Introduzione  

  Storia Sintetica  

  Cronologia  

 

IL SEICENTO

 

Nel diciassettesimo secolo i progressi dell'odontostomatologia sono scarsi.

Il paziente Ŕ seduto sul pavimento con il dentista dell'epoca, dietro a lui, che opera tenendogli saldamente la testa tra le ginocchia.

Compare il trapano ad arco, ingombrante e scomodo.

 

Jacques Guillelmeau (1550-1613), utilzza un impasto di cera, resina, corallo bianco e perle polverizzate per la costruzione di denti artificiali.

 

Nathaniel Higmoro (1613-1685), descrive il seno mascellare.

 

Cornelius Van Soolingen (1641-1687) utilzza mastice e trementina per le otturazioni dentarie, negando validitÓ alla sostanze caustiche che molti utilizzavano.

 

Thomas Wharton (1614-1673), indivudua e descrive il condotto escretore della ghiandola salivare sottomandibolare.

 

Niels Stensen (1638-1686) descive il condotto esrcretore della ghiandola parotide (dotto di Stenone).

 

Anton Nuck (1660-1692) costruisce protesi dentarie con denti di ippopotamo.

 

Caspar Bartholin (1655-1738), indivudua il canale escretore della ghiandola salivare sottolinguale (dotti del Bartolini).

 

Nel 1663 in Svezia i dentisti sono controllati dal Collegium medicum.

 

Nel 1685 viene pubblicato The Operator for the teeth da un barbiere - chirurgo,  tale  Charles Allen. 

E' considerato ufficialmente il primo testo di odontoiatria in lingua inglese.

 

Nel 1678 Leeuwenhoek (1632-1713), mediante studi al microscopio, descrive i tubuli dentinali.

 

In Francia, nel 1699, Luigi XIV regola la professione dentistica: con un editto Ŕ emanato lo Statuto dei Chirurghi di Parigi, che prevede la presenza di esperti per il settore odontoiatrico; il Parlamento approva una legge che stabilisce un esame di verifica da una commissione di Chirurghi per gli Experts pour les dents.

 

 

L'ANTICHITA'

 

IL MEDIOEVO

 

IL RINASCIMENTO

 

IL SEICENTO

 

IL SETTECENTO


L'OTTOCENTO


L'OTTOCENTO nel Mondo


L'OTTOCENTO in Italia